SELEZIONE RIFIUTO RICICLABILE

impianto panoramicaIl nuovo impianto di valorizzazione permette la separazione e selezione diretta e accurata delle frazioni solide di rifiuto (carta, cartone, vetro, plastica, metalli ferrosi e non, ingombranti) provenienti dalla raccolta differenziata svolta nei 50 Comuni serviti da Contarina, ottenendo così materiale prezioso che potrà essere recuperato e avviato a riciclo per creare nuovi prodotti.
La struttura, realizzata con un investimento di oltre 4 milioni di euro presso l’esistente polo di trattamento dei rifiuti di Spresiano, si estende per circa 9.300 metri quadrati e prevede oltre 3.500 metri quadrati di tettoie per lo stoccaggio. La produzione attesa dell’impianto, misurata in flussi in uscita di materiale da avviare a riciclo o smaltimento, è stimata intorno alle 51 mila 239 tonnellate annue di rifiuti esclusivamente non pericolosi.

 

L’ATTIVITA’ DELL’IMPIANTO

La struttura permette la cernita e selezione dei rifiuti esclusivamente non pericolosi, principalmente plastica, metalli, non metalli, carta e cartone, vetro, assimilati, ingombranti, indumenti usati. Nel nuovo impianto si svolgerà un’attività di pre-trattamento dei rifiuti - selezione, riduzione volumetrica e raggruppamento. L’impianto di valorizzazione è in grado di:

  • trattare diversi flussi di rifiuti e di rispondere alle logiche di mercato valorizzando al massimo ciascun materiale;
  • avviare le frazioni plastiche a specifici processi di lavorazione che ne consentono un’accurata selezione per favorirne il maggior recupero, oltre che la cernita di metalli, carta, cartone, vetro, tessuti, ecc.
  • disporre di idonee aree di stoccaggio per le diverse frazioni di rifiuti urbani raccolti

 

LE LINEE DI LAVORAZIONE

L’impianto è autorizzato a trattare complessivamente 52.740 tonnellate all’anno di rifiuti ed è costituito da tre linee di lavorazione: la prima per la selezione di plastiche, vetro e metalli; la seconda per la selezione di carta-cartone e indumenti; la terza per la selezione e la riduzione volumetrica dei rifiuti ingombranti.
Ogni linea di selezione è stata progettata mantenendo sempre presente il concetto di massima flessibilità impiantistica e massimo controllo automatico del processo.
Al termine dell’attività di cernita, il materiale selezionato viene pressato e confezionato in balle a forma di parallelepipedo che vengono stoccate sotto tre tettoie di nuova realizzazione, costruite nell’area adiacente al capannone. Su queste strutture è stato installato un impianto fotovoltaico per la produzione di energia per una potenza pari a 300 kW.

INFOLINE

(lun-ven 8.30/18.00, sab 8.30/13.00)
gratuito solo da telefono fisso


da cellulare, chiamata a pagamento:
+39 0422 916500