News

Torna a tutte le news

CORONAVIRUS: PERMANGONO INDICAZIONI PARTICOLARI PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PER LE PERSONE POSITIVE O IN QUARANTENA

Si avvisano tutte le utenze che sono tuttora in vigore le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità in merito alla gestione dei rifiuti domestici per i cittadini risultati positivi o in quarantena obbligatoria.

Le persone risultate positive al tampone, in isolamento o in quarantena obbligatoria devono sospendere la raccolta differenziata per l’intero periodo di quarantena e gettare tutti i rifiuti domestici (anche umido, plastica, carta e metalli) nel contenitore del secco non riciclabile.

Per ulteriori indicazioni sulle modalità di conferimento, è possibile scaricare il vademecum allegato.

Contarina rimane a disposizione di queste utenze che per qualsiasi necessità possono contattare l'azienda chiamando il numero verde 800.07.66.11 da telefono fisso oppure i numeri 0422.916500 o 0382.083162 da cellulare.

A questo proposito, si ricorda che Contarina continuerà a svuotare i contenitori del secco non riciclabile come indicato nell’EcoCalendario di ogni Comune/zona. Se le normali frequenze di svuotamento non sono sufficienti, le persone in quarantena obbligatoria potranno richiedere una raccolta aggiuntiva straordinaria o dei contenitori supplementari chiamando i numeri sopra indicati; a questi contatti è possibile far riferimento anche nel caso in cui queste utenze, durante la quarantena, dovessero ricevere una segnalazione di errato conferimento (adesivo rosso).

Una volta terminato il periodo di quarantena obbligatoria, non sarà più possibile richiedere delle raccolte aggiuntive del secco. Si chiede la massima collaborazione dei cittadini su questo punto, per consentire a Contarina di assistere in modo efficiente coloro che ne abbiano effettiva necessità.
A conclusione del periodo di quarantena deve essere ripresa la consueta raccolta differenziata dei rifiuti, secondo le abituali modalità e frequenze in vigore.

Coloro che non sono positivi o in quarantena, invece, possono continuare a fare la raccolta differenziata, come fatto finora.



Scarica allegato